Caratteristiche principali dei mutui variabili con rata costante

I mutui variabili a rata costante, consentono il saldo del debito versando la medesima rata ogni mese, ma le variazioni di mercato potrebbero causare l’allungamento della durata del mutuo e far così incrementare il ricarico sugli interessi.
Fra le alternative al mutuo a tasso fisso compaiono i finanziamenti variabili aventi una rata costante. In tal caso la rata resta uguale per l’intera durata del piano stabilito con la banca, cambia soltanto la durata del rimborso. Il vantaggio di tale formula consiste nel dare la possibilità al mutuatario di poter rimborsare il debito maturato con la banca, pagando lo stesso importo ogni mese.
Questo permetterà maggiore sicurezza se i tassi di interesse dovessero subire un’impenna, rata mensile quindi resterebbe costante, però con un allungamento della durata del debito. Se i tassi dovessero scendere, la durata diminuirebbe.
Un mutuo a rata costante permette di saldare il debito con il versamento della medesima rata mensile, potrebbe soltanto variare la durata del mutuo dovuta a variazioni di mercato, con un aumento degli interessi.
Tale formula finanziaria presenta tassi inferiori a differenza della soluzione a tasso fisso, accomuna i due tipi di mutuo, l’importo rateale per l’intero piano d’ammortamento. La cifra mensile se viene sottoscritto un mutuo variabile con rata costante è statica invece varia appunto la durata del mutuo.
Questa tipologia di mutuo è indicata per chi intende usufruire di vantaggi derivanti dal tasso variabile senza, però, rischiare di dover vedere incrementare il costo della tassa. Il richiedente del mutuo con rata costante dovrà essere cosciente che la durata del finanziamento è soggetta a modifiche a seconda dell’andamento del mercato. Potrebbe quindi allungarsi la durata e ciò non va ovviamente sottovalutato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *